Catania nel cuore

Mostra-evento di Modigliani e festività natalizie: Catania faccia sistema per rilanciare il turismo

Durante il periodo delle festività natalizie la nostra Catania avrà una grande possibilità per rilanciare il vitale settore del turismo grazie alla mostra-evento di Amedeo Modigliani, fortissimamente voluta dall’Amministrazione comunale, che sarà ospitata presso il Castello Ursino dall’11 Dicembre 2010 all’11 Febbraio 2011. La mostra, unica in Italia delle opere del grande pittore e scultore, riporterà Catania al centro del palcoscenico culturale nazionale. E’ un’occasione da non perdere, e da sfruttare in modo adeguato supportandola con un contorno di eventi e attività culturali, artistiche e di svago, integrate tra loro e le più variegate possibili, per rendere allettante trascorrere il Natale ai piedi del Liotru.

Convinto di questo ho chiesto all‘Amministrazione comunale, come presidente della VII Commissione Consiliare Cultura Sport&Turismo, di organizzare una conferenza dei servizi, con carattere d’urgenza, coinvolgendo la Federalberghi, la Confcommercio, la Confesercenti e tutte le associazioni di categoria degli operatori turistici e commerciali. Scopo della conferenza dei servizi dovrà essere quello di mettere in atto una strategia comune in grado di presentare un’offerta completa, e qualitativamente elevata, ai numerosi turisti che giungeranno in città nel periodo festivo.

In un momento di seria crisi economica, che inevitabilmente si ripercuote anche sul turismo, per una città come Catania essere in grado di ‘fare sistema’, ovvero coinvolgere tutti gli attori sia pubblici che privati nello sforzo comune di produrre un’offerta turistica allettante, è l’unica strategia vincente in grado di risollevare le sorti del settore e aiutare l’economia catanese.

Share and Enjoy:
  • Print
  • RSS
  • email
  • PDF
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Segnalo
  • Blogosphere News
  • Diggita
  • Diigo
  • MSN Reporter
  • SheToldMe
  • Technorati
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks

5 commenti a “Mostra-evento di Modigliani e festività natalizie: Catania faccia sistema per rilanciare il turismo”

  1. Antonio Lo Presti scrive:

    Bella iniziativa finalmente

  2. massimiliano Torre scrive:

    Bella iniziativa ma se non c’é promozione sarà un grande evento per solo pochi.

    Cosa si sta facendo?

  3. Manlio Messina scrive:

    Anzitutto grazie per il commento. E’ assolutamente vero che occorra un’efficace promozione per permettere di far conoscere la mostra al più vasto pubblico possibile, e questo è uno degli aspetti che devono essere urgentemente affrontati e approntati. La mia richiesta di convocazione di una conferenza dei servizi con tutti gli attori, sia pubblici sia privati, nasce proprio dalla convinzione che occorra predisporre tutto al meglio, compresa la pubblicità della mostra, e giocoforza organizzare una serie di altri eventi, manifestazioni e attività collegate tra loro per offrire ai turisti, ma anche ai catanesi, un Natale in città di alto livello.

    Manlio Messina

  4. FRANCESCO BUFFA DESIGNER scrive:

    Spero che qualcuno ricordi ancora la famosa “burla dei Modì” – era il non lontano 1984 – quando un gruppo di studenti burloni fu protagonista della famosa beffa delle false teste di Amedeo Modigliani, scolpite e fatte ritrovare per puro divertimento nell’Arno, burla poi ampiamente confessata, in quell’occasione persero la faccia un numero incredibile di “studiosi” – critici d’arte, direttori di musi, ecc. per non mortificare nessuno, citerò semplicemente il grande Giulio Carlo Argan (passato a miglior vita), le cui competenze, ancora oggi nessuno oserebbe mettere in discussione, grande studioso dell’arte, che a suo tempo fece tremare studenti di liceo e universitari. Ciò premesso, voglio esprimere anche in questo caso il mio dissenso perché ancora una volta, non credo all’autenticità dello “inedito Ritratto di Agatae” – (la Santa Patrona di Catania) – “scoperto nel retro di una lettera indirizzata a Modigliani da un prelato di Noto”. Ad avviso di chi scrive, i tratti del disegno, sono dal punto di vista grafico, una enfatizzata caricatura dei tratti del vero Modigliani che abitualmente vediamo nell’opera del grande artista livornese, anche la firma sembra essere una copia non troppo ben fatta. In altre parole – scusatemi non credo all’autenticità di questa opera che sono convinto, farà soltanto la gioia del venditore che in lacrime la venderà, ma soltanto per arricchire il patrimonio della città di Catania.

  5. PEPI CARLO scrive:

    La mancanza di “occhio ” da parte dei critici è un dato di fatto comprovato; infatti qundo sono apparse a Livorno le sculture autentiche (quelle che vennero cercate nei Fossi e che in realtà Modigliani aveva consegnato ad un suo conoscente). sono state dichiarate false ed io che le avevo autenticate sono finito sotto processo, risultando vincitore ancora una volta (tra l’altro ero stato il primo e per diverso tempo l’unico a dichiarare false quelle dei fossi.
    Ecco perchè i falsari possono vegetare impunemente e propinare per autentici dei lavori di infima qualità come S. Agnese ed altri presenti in mostra.
    Carlo Pepi

Lascia un commento

Copyright © Manlio Messina. Powered by netskin.net