Catania nel cuore

Idee che diventano azioni…con Catania nel cuore!

Parliamo di sicurezza. Prima di tutto scolastica, con l’esigenza di salvaguardare il futuro di una comunità, avendo cura dei nostri figli. Gli istituti scolastici che necessitano di maggiore sicurezza sia dal punto di vista strutturale che di manutenzione, sono stati sottoposti a monitoraggio costante, sollecitando sia l’Amministrazione che il Consiglio Comunale ad attivare una vera e propria task force ed a predisporre i fondi necessari per ottemperare a quella che è, fuor di dubbio, una priorità assoluta.

Sicurezza sul posto di lavoro. Si è provveduto con urgenza a far rilevare ed a porre rimedio prontamente alla disastrosa situazione in cui si trovava, paradossalmente, proprio l’Ufficio di prevenzione rischio sismico, garantendo ai dipendenti di lavorare in un ambiente sicuro e sano.

Sicurezza nelle strade. Lo stato disastrato delle strade della nostra città ha cagionato una condizione di pericolo costante, aggravata ulteriormente dalla mancanza di senso civico di molti conducenti che non rispettano il codice della strada e dalla presenza di numerosi cantieri che coinvolgono arterie e strade fondamentali per la viabilità. Parallelamente ad una pressante sollecitazione all’Amministrazione ad adoperarsi per ovviare a tali disagi, è stato elaborato un nuovo Regolamento per i sottoservizi che prevede per le aziende che si apprestano ad effettuare lavori, l’obbligo di attuare una sorta di mappatura del sottosuolo, mediante una vera e propria scannerizzazione dello stesso, per procedere a fare le necessarie domande di spostamento di cavi e tubature prima di avviare il cantiere, evitando, così, il perpetrarsi per tempi di durata biblica di scavi a cielo aperto che, oltre al danneggiamento del manto stradale, causano inquinamento acustico e congestionamento del traffico.

Sempre in tema di cantieri di lavoro, è stato predisposto uno strumento atto a garantire ai cittadini l’immediata e chiara conoscenza della situazione dei lavori in corso a Catania. Sul sito internet del Comune è stato realizzato, a costo zero, un nuovo canale “Cantieri lavoro online”, attraverso il quale i cittadini possono controllare in tempo reale lo stato dei cantieri e i percorsi alternativi per transitare nella zona interessata. Tale progetto rappresenta, oltretutto, un importante strumento di trasparenza e monitoraggio. Sicurezza vuol dire anche tutela ambientale.

E’ stata presentata ed approvata in Consiglio Comunale un’ordinanza urgente in materia di incolumità dei cittadini e salvaguardia ambientale al fine di sollecitare il Sindaco a porre rimedio a fenomeni quali discariche abusive, volantinaggio commerciale selvaggio, graffiti realizzati con spray indelebili che, oltre a deturpare rovinosamente la città ed il suo patrimonio culturale, possono provocare gravi danni all’ambiente, come ad esempio, nel caso del volantinaggio dissennato, l’inquinamento delle falde acquifere dovuto alla dispersione nelle stesse dell’inchiostro della carta ridotta a poltiglia che i pochi depuratori presenti non riescono a smaltire e che intasa i tombini.

Si è, inoltre, provveduto a presentare un’interrogazione formale per far chiarezza sulle misure che l’Amministrazione intende attuare per riqualificare le aree degradate del Comune etneo, quali ad esempio la Civita, che, abbandonate a se stesse, versano in condizioni di insostenibile degrado ambientale e sociale, cui si può porre rimedio solo mediante interventi di bonifica e riqualificazione.

Sempre in tema di tutela e recupero ambientale, non si può non citare l’instancabile impegno profuso in merito all’annosa vicenda del restauro della Villa Bellini. Monitorando costantemente lo stato dell’arte dei lavori, si è chiesta chiarezza sulla regolarità delle procedure della gara d’appalto, affinchè non si verifichino ulteriori ritardi e la Villa venga restituita prima possibile alla città di Catania.

Si è poi attenzionato il gravoso problema della sosta a pagamento, mediante l’iniziativa “Schede blu, tasche al verde”, chiedendo al Sindaco la riduzione del costo dell’abbonamento residenti, l’istituzione di un abbonamento per ogni residente, l’istituzione di abbonamenti per i lavoratori e per gli studenti universitari e quella di abbonamenti per i commercianti, la suddivisione di zone di sosta (rapida, prolungata e residenti), l’abbassamento del costo della multa, la suddivisione della città in due o massimo quattro macrozone e la revisione della delibera del 1995 sulle zona ad alta densità di traffico.

Il benessere dei cittadini passa anche attraverso le risposte che una città è in grado di dare in tema di Sport. E’ stato così predisposto ed approvato un Regolamento per far gestire impianti e strutture sportive e ricreative in stato di abbandono o degrado ad associazioni, comunità giovanili, di volontariato ed enti di promozione. Per quanto concerne poi, nello specifico, discipline quali il nuoto e la pallanuoto, è stata sottoscritta una convenzione tra la FIN ed il Comune per la gestione da parte della Federazione delle strutture comunali della Plaia e di Via Zurria, in modo da garantire alle classi meno abbienti ed a tutti i cittadini servizi efficienti, costantemente sottoposti ad una attenta vigilanza da parte dell’Amministrazione che così non deve sobbarcarsi di costi troppo onerosi .

La crescita di una città avviene anche attraverso la promozione e la realizzazione di iniziative culturali che possano favorire il fermento artistico dei suoi cittadini. Oltre alla istituzione di numerosi concorsi letterari ed alla organizzazione di conferenze per confrontarsi sui temi di maggiore attualità, si è data la possibilità a tutti i cittadini di godere a titolo gratuito degli eventi culturali organizzati dall’Amministrazione nelle splendide sale del Castello Ursino e si è individuata nell’incantevole Palazzo Platamone una vera e propria “Casa della cultura”, elaborando un regolamento per favorire i giovani artisti, le comunità e le associazioni giovanili nell’utilizzo gratuito della struttura.

Grande attenzione verso il mondo giovanile, anche mediante la creazione di un osservatorio comunale sulla meritocrazia a tutela dei giovani, con la ferma convinzione che sia un preciso dovere dell’Amministrazione dare voce ai tanti giovani che chiedono gli strumenti adeguati per realizzare i propri sogni, potendosi misurare sul terreno della meritocrazia.

Obiettivi realizzati, traguardi raggiunti agendo sempre nell’interesse della comunità, certi dell’importanza fondamentale di mantenere un contatto continuo con i cittadini, ascoltandone le esigenze. A tal proposito è stata avviata una prima esperienza di Bilancio partecipato, individuando un quartiere pilota, al fine di rendere la cittadinanza parte attiva nelle scelte amministrative.

Sempre in tema di rapporto Cittadinanza-Ente Comune, è stato predisposto un Regolamento degli uffici e dei servizi, utile al cittadino ed alle istituzioni per avere un quadro chiaro della struttura organizzativa dell’amministrazione comunale, evidenziando in modo inequivocabile le competenze specifiche di ogni organo di governo interno.

Ogni progetto, ogni idea, ogni traguardo, sempre con Catania nel cuore. La città di Catania merita il massimo impegno da parte di chi ha l’onore di amministrarla e i catanesi meritano risposte concrete e fattive da parte di chi ha il privilegio di rappresentarli.

“Una grande città è quella che ha gli uomini e le donne più grandi.” Walt Withman

Share and Enjoy:
  • Print
  • RSS
  • email
  • PDF
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Segnalo
  • Blogosphere News
  • Diggita
  • Diigo
  • MSN Reporter
  • SheToldMe
  • Technorati
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks

Lascia un commento

Copyright © Manlio Messina. Powered by netskin.net