Bianco esca dalla sua torre d’avorio e inizi a interessarsi ai problemi dei catanesi

“Bianco esca dalla torre d’avorio dove si è rintanato e incontri i catanesi che a gran voce chiedono di parlare con lui. Si ricordi che è il sindaco di Catania e non più un ministro, l’algida indifferenza con cui sta trattando la città e i suoi problemi non è accettabile.”.

E’ questo il j’accuse a Bianco, reo di rifiutarsi di incontrare i catanesi che da mesi gli chiedono udienza, lanciato dai capigruppo di opposizione Giuseppe Castiglione di Grande Catania, Manlio Messina del Popolo della Libertà, e Alessandro Messina di Tutti per Catania.

“La civile protesta degli ex lavoratori della Multiservizi, che ieri hanno fatto sentire la loro voce durante la seduta del Consiglio comunale – spiegano i rappresentanti dell’opposizione consiliare – è solo la punta dell’iceberg di un’esasperazione montante in molti catanesi, dai servizi sociali ai rappresentanti di associazioni e categorie, che da troppo tempo chiedono vanamente un incontro col sindaco.”.

“Bianco smetta di interessarsi solo dei grandi sistemi e di politica nazionale – concludono Giuseppe Castiglione, Manlio Messina e Alessandro Messina – e cominci finalmente a dedicare il suo tempo ai problemi di Catania e dei suoi cittadini.”.

Share and Enjoy:
  • Print
  • RSS
  • email
  • PDF
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Segnalo
  • Blogosphere News
  • Diggita
  • Diigo
  • MSN Reporter
  • SheToldMe
  • Technorati
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks

Lascia un commento

Copyright © Manlio Messina. Powered by netskin.net