Basta assumifici, concorso pubblico per le assunzioni nelle partecipate comunali

Il consigliere comunale Manlio Messina (Pdl), presidente della VII Commissione consiliare Cultura Sport&Turismo, recependo una proposta elaborata dal direttivo dell’associazione “Idee in Azione” ha presentato un ordine del giorno richiedente all’Amministrazione comunale di adottare concorsi pubblici e di dotarsi un codice etico per le assunzioni nelle società partecipate del Comune di Catania.

“La cattiva politica ha trasformato le partecipate comunali in assumifici, carrozzoni mal funzionanti e disastrati economicamente – rileva Manlio Messina – ma come oggi è evidente il problema non è solo economico bensì soprattutto sociale, perché colpisce i lavoratori delle partecipate che vedono sgretolarsi il loro futuro sotto i colpi dell’incertezza lavorativa. Per contrastare questa situazione – continua il consigliere – occorre mutare gli scellerati criteri d’assunzione individuando regole certe e trasparenti per le assunzioni nelle società. Convinto di questo ho immediatamente sposato la proposta elaborata da Idee in Azione che prevede l‘assunzione tramite concorso pubblico nelle partecipate comunali. ”

Nel dettaglio l’ordine del giorno presentato da Messina richiede all’Amministrazione comunale di prevedere concorsi pubblici per le assunzioni nelle Partecipate del Comune di Catania e, nel contempo, di redigere un regolamento ferreo al quale si affianchino norme etiche e un impegno di responsabilità politica per gli amministratori comunali. 

Inoltre richiede l’istituzione di commissioni esterne, i cui componenti saranno estratti a sorte, con il compito d’esaminare i singoli candidati. Non potranno fare parte delle commissioni esaminatrici esperti che abbiano rapporti di parentela fino al terzo grado, anche nei rapporti ‘more uxorio con i candidati, i presidenti, amministratori delegati, componenti dei Cda delle societá del Comune di Catania, assessori o consiglieri dello stesso Comune. Nelle commissioni dovrà essere, inoltre, garantito il principio delle pari opportunità e dei criteri anagrafici dando priorità ai giovani. I lavori di dette commissioni dovranno essere verbalizzati e oggetto di registrazione audio. Le prove orali cui saranno sottoposti i candidati dovranno essere parimenti registrate con ripresa video a circuito chiuso. Sui siti internet delle società Partecipate dovranno, infine, essere pubblicati i curricula e i compensi dei dirigenti.

“Il nuovo codice etico – spiega l’esponente del Pdl a Palazzo degli Elefanti – dovrà essere applicato alle società Partecipate del Comune di Catania, e a quelle in cui le stesse municipalizzate hanno una partecipazione totalitaria, e inoltre contenere, per essere veramente efficace, tutta una serie d’incompatibilità tali da garantire la trasparenza e correttezza delle assunzioni”.

Le incompatibilità dovranno determinare l’impossibilità a essere assunti nè avere incarichi dirigenziali a tempo determinato, né di collaborazione autonoma, per i parenti fino al terzo grado, anche nei rapporti more uxorio, di assessori e consiglieri del Comune di Catania, compresi Presidenti di Quartiere e consiglieri Circoscrizionali. Inoltre di presidenti, amministratori delegati e componenti del Cda delle società Partecipate, anche se diversi dalla società cui è prevista l’assunzione e quindi il concorso.

Share and Enjoy:
  • Print
  • RSS
  • email
  • PDF
  • Facebook
  • Twitter
  • MySpace
  • Digg
  • Google Bookmarks
  • Live
  • Segnalo
  • Blogosphere News
  • Diggita
  • Diigo
  • MSN Reporter
  • SheToldMe
  • Technorati
  • Wikio
  • Wikio IT
  • Yahoo! Bookmarks

Lascia un commento

Copyright © Manlio Messina. Powered by netskin.net